Home > Lavorazioni e servizi > Iniziative editoriali > Collana Architettura

Studi sul progetto di architettura
• L'immaginario cartografico dell'architettura
• Cartografia e progetto
• Le carte di Robbiate
• Tecniche di ripetizione


STUDI SUL PROGETTO DI ARCHITETTURA
Collana diretta da Giancarlo Motta

L'oggetto di questa collana è il progetto inteso come espressione compiuta delle caratteristiche di politecnicità dell'Architettura. Esso non è solo l'ambito in cui convergono i risultati di diverse discipline e che quindi si arricchisce delle loro figure, ma anche un procedimento dotato di una propria struttura logica.
Il progetto è visto quindi come macchina che si muove sulla base di un sapere antico che nel tempo si è formalizzato nella produzione di diversi strumentisia di natura testuale, quali i trattati, i manuali, gli scritti, che di carattere grafico, quali le raccolte, gli atlanti o i diversi sistemi di rappresentazione.
Lo scopo che ci siamo prefissati è quello di raccogliere e presentare studi che, seguendo varie direzioni, hanno tuttavia il comune obiettivo di condurre indagini sul progetto.
Un particolare rilievo verrà dato a quelle ricerche che, esplorando differenti campi disciplinari come la geografia, la geometria, la letteratura, la scienza delle costruzioni o altri, ne colgono la rilevanza di contributi formali e il ruolo che essi svolgono nella costruzione dei progetti. Un altro importante campo di studi è rappresentato da quelle ricerche che pur applicandosi a problemi o ambiti di carattere territoriale sono principalmente rivolte a vederne le interferenze col progetto. Verrà dato spazio agli studi che hanno indagato anche casi particolari o singoli edifici, qualora essi siano stati ritenuti esemplari per le tecniche coinvolte e le modalità di lavoro seguite, per la complessità del procedimento di progettazione, per il grado di problemi in esso sollevati. Potranno infine essere presentate esperienze di progetti la cui costruzione, come avviene nella didattica, sia stata oggetto di un'attenzione dichiarata ai procedimenti e in cui sono stati esplicitamente messi in luce i singoli passaggi.
L'impostazione problematica della collana vede infatti il progetto come luogo in cui l'architettura mostrandosi sia nel suo farsi che nei suoi esiti si propone anche come teoria.
Al di là del suo portato artistico, che non viene negato, il progetto è inteso qui principalmente come l'occasione in cui l'architetto, concentrando l'attenzione sui procedimenti che mette in atto e interrogandosi sui propri strumenti, fissa e stabilisce anche i principi di una vera e propria costruzione teorica.